Percorsi lenti nella natura fra Terra e Mare

marpiccoloUn concentrato di bellezze naturalistiche, paesaggistiche, architettoniche caratterizza il perimetro tutto intorno il secondo seno del Mar Piccolo: una campagna disseminata di ulivi, arbusti ed ogni altro tipo di vegetazione e fauna per non parlare della Oasi del WWF la Vela  e le masserie, alcune ancora intatte, ed ex conventi affascinanti testimonianze dell’antico paesaggio rurale di Taranto, e, ancora, mare, fiumi e citri. Uno spettacolo visivo, sonoro, olfattivo, e, perchè no. anche gustativo, che non può che emozionare e che vale la pena di essere vissuto a pieno e “con lentezza”, in maniera responsabile e sostenibile, per non turbare gli equilibri magici che qui la natura ha preservato e non perdere nessun particolare di questa straordinaria bellezza. Qui, il richiamo per un turismo ecosostenibile e lento può e deve essere forte per una esperienza imperdibile con attività ed iniziative di ogni genere, per tutte le fasce di età e a contatto diretto con la natura. Ospitalità diffusa presso le strutture ancora funzionanti come masserie o aziende agricole per trascorrere una vacanza all’insegna del ben-essere in un ambito di genuinità, tradizione, accoglienza. Mare e Terra due elementi essenziali nella vita di ogni essere umano da vivere nella stessa occasione di viaggio e di soggiorno e la possibilità di mescolarsi ai luoghi e ai suoi abitanti attraverso il coinvolgimento in attività creative, esplorative e conoscitive ed il racconto di un territorio dalle molteplici sfaccettature. Un racconto da ascoltare e da raccontare a sua volta perchè il  viaggio possa ricominciare anche quando tornati a casa.

Il CortoCircuito rurale è un offerta turistica integrata in un territorio dalla vocazione lenta, un percorso che unisce fisicamente e sentimentalmente le componenti più suggestive e significative che descrivono e raccontano questi luoghi, antichi ed immutati nella loro bellezza, sia in termini di paesaggio che di cultura che di tradizione e storia ai confini del contesto urbano che a sua volta offre altre ricchezze.  Un percorso green  che si può innestare in quello più complesso della Green Road che coinvolge undici comuni dell’entroterra dell’Arco Jonico -Tarantino che a partire dalle pendici della Murgia dei Trulli, si susseguono formando la configurazione paesaggistica di un anfiteatro. Il territorio abbraccia il Golfo di Taranto a Nord-Est e degrada verso il mare nel litorale del comune di Pulsano (linea verde nell’immagine). download (3)

Progetti come occasione ed opportunità di valorizzazione del  patrimonio identitario e per catturare e godere dell’essenza di una terra antica, genuina, rilassante di non ordinaria bellezza  e soddisfare un desiderio di semplicità, autenticità e felicità.

Di seguito alcune proposte ed iniziative per un turismo responsabile e sostenibile.

Attività di education con progetti da realizzare all’interno delle strutture ricettive (masserie del CortoCircuito rurale lungo il versante nord-est del Mar Piccolo)  per avvicinare l’ospite alla Natura e ai suoi più intimi segreti o da proporre anche all’interno delle scuole del territorio.

natura1LA VOCE DELLA NATURA –  perchè se facciamo silenzio possiamo ascoltare.Quello che chiamiamo “consapevolezza senza pensieri” non è altro che uno stato in cui siamo vigili e in completo silenzio interiore. Quando la mente si acquieta, noi siamo pronti a ricevere, ovvero ad ascoltare e comprendere i suoni della Natura.
I nativi americani lo sapevano bene, uliviavevano imparato a conoscere il mondo intorno a loro, a recepirne tutti i suoi segreti, ad essere in completa armonia con esso. Ma se non siamo ancora così, possiamo sempre diventarlo, con il semplice desiderio e un po’ di pratica. Tutto è pronto dentro di noi per raggiungere una dimensione più profonda e sottile del nostro essere e per connetterci con il “Tutto”.

naturaAttività biowatching come offerta della struttura ricettive e/o del territorio in collaborazione con l’Oasi WWF Palude la Vela sita nel secondo seno di Mar Piccolo, un vero regno di biodiversità. Per “andare in natura” osservando quanto ci circonda a 360°, nelle sue varie componenti fisiche e biologiche, in modo assolutamente rispettoso per permettere a quanti verranno dopo di noi di godere appieno della risorsa come abbiamo fatto noi stessi. E’ dunque una modalità per accostarsi all’ambiente naturale nella linea dell’ Ecoturismo. Osservare, studiare, fotografare la Natura e i diversi habitat. Nell’ambito del Biowatching è possibile effettuare anche attività di ricerca ed osservazione di specie vegetali, animali e delle tracce della loro presenza.

natura6natura4

Orienteering come offerta della struttura ricettive e/o del territorio per far muovere gambe e cervello. L’orienteering può essere un valido veicolo di promozione turistica attraverso modalità diverse:

  • DANDO UN’ ULTERIORE POSSIBILITA’ DI SVAGO AGLI OSPITI della struttura ricettiva, con la creazione di “palestre a cielo aperto con punti fissi”, che possono avere la stessa valenza dei percorsi in bicicletta, a cavallo o altro tipo di mobilità lenta.
  • ORGANIZZAZIONE DI GRANDI EVENTI AGONISTICI, per far conoscere il territorio dandogli anche visibilità mediatica.
  • PROMOZIONE DEL TURISMO SCOLASTICO, con proposte e pacchetti di turismo didattico ambientale specifico per le scuole.

orienteeringL‘Orienteering si svolge a stretto contatto con l’ambiente, che diviene molto spesso elemento integrante della stessa pratica sportiva. è per questo che ha senso prediligere luoghi di particolare valore naturalistico nel massimo rispetto del contesto al fine di ridurre al minimo gli impatti che l’attività e/o la competizione possono avere sull’ambiente stesso. L’orienteering ha  da tempo acquisito comunque delle buone credenziali in termini di buone pratiche, responsabilità, consapevolezza  e sostenibilità ambientale.orienteering1

Outdoor training come esperienza formativa. L’Outdoor Training è un’attività che è nata nei paesi anglosassoni e che, da qualche anno, viene utilizzata anche in Italia, da aziende particolarmente evolute ed innovative allo scopo di formare i propri dirigenti. Consiste appunto nel portare i dirigenti dell’azienda al di fuori della stessa, far abbandonare loro l’immancabile cravatta e sottoporli ad attività fisiche, che, ovviamente, abbiano forti analogie con ciò che avviene nella realtà aziendale.Tra le varie discipline proposte c’è l’Orienteering, che diventa uno strumento di formazione manageriale ma anche di conoscenza del territorio – combinando esperienze all’aperto che vengono poi razionalizzate in aula – acquisendo quindi valenza anche in termini turistici.

camminare1Laboratori del camminare come offerta della struttura ricettive e/o del territorio: quattro passi nella natura con le Guide dei “Laboratori del Camminare”, un modo per conoscere, promuovere, sviluppare, raccontare e vivere esperienze. I “Laboratori del Camminare” fatti dai più esperti conoscitori del territorio, della sua natura e delle sue culture. I Laboratori puntano a favorire una nuova cultura del patrimonio ambientale, attraverso la realizzazione di “sistemi” mirati alla fruizione turistica del territorio e tesi sia alla promozione che allo sviluppo di attività ecocompatibili. Orientamenti operativi e interventi, quelli perseguiti dalle Guide dei Laboratori del Camminare che promuovono il nostro territorio non solo come habitat privilegiato per la tutela e la conservazione della natura, ma anche come tessuto produttivo volto a dare impulso attivo all’economia locale, aprendo nuove visioni in cui coesistono sviluppo, rispetto, valorizzazione e fruizione del territorio attenta e responsabile in armonia con i suoi ritmi e la sua natura.

camminareLentamente, un passo dopo l’altro, un modo diverso e intelligente per riappropriarsi dei tesori spesso sottovalutati, nascosti, dimenticati. Percorsi da fare a piedi o in bicicletta, a cavallo alla ricerca di angoli e spazi suggestivi, secondo l’ispirazione del momento o, meglio ancora, lungo uno o più itinerari escursionistici e cicloturistici  alla riscoperta di bellezze artistiche, architettoniche e naturalistiche, nell’ambito di realtà  che prediligono la tutela dell’ambiente e la rivalutazione delle tradizioni locali.

images (45)Una offerta di turismo SLOW : “Andamento Lento”: in masseria per una vacanza fuori dal tempo, dai  ritmi che devono portare l’ospite a un’esperienza completa, coinvolgente e appagante per creare un legame forte con la realtà locale, condividendo idee, culture, ed esperienze per creare fertili opportunità di scambio. Dove l’ospite è protagonista in un luogo unico, coccolato e viziato. Una vacanza  responsabile, ecologicamente leggera, economicamente conveniente, eticamente equa in grado di generare  momenti memorabili, di travolgere l’ospite con esperienze coinvolgenti e gratificanti. Una esperienza fuori dall’ordinario da rivivere ogni volta la si racconti.

galesoVagogirando per terra e per mare: “Discovering NATURAlmente Taranto”  per la valorizzazione, promozione e fruizione di un territorio ancora puro e ricco di biodiversità dalle rive del fiume Galeso alla scoperta di colori e odori  tipici della variegata flora ma anche della fauna in un paesaggio incantevole da attraversare e di cui godere “lentamente” , passando per gli ex conventi di San Pietro e dei Battendieri, sul Mar Piccolo, fino alle sponde del fiume Cervaro e toccando l’Oasi la Vela, per poi salire in canoa  o su un piccolo gozzo verso i citri di Mar Piccolo. Un’esperienza divertente ed entusiasmante da consumare a pochissimi passi dalla città. “Discovering” per una Taranto che non ti aspetti.

E, per gli amanti del paesaggio sottomarino e della fotografia, immersioni nel Mar Piccolo alla guida di esperti per fotografare la ricca e inaspettata biodiversità dei suoi fondali.

.

Qui altre foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...